Che cosa mi sta succedendo? Mi sembra di fare fatica a respirare. Il cuore mi batte fortissimo. Mi sembra di svenire. Sto per avere un infarto… Sto perdendo il controllo… Farò qualcosa di strano… Chissà cosa penseranno gli altri di me… Penseranno che sono pazzo…

ATTACCHI DI PANICO e DISTURBO DI PANICO

Un attacco di panico è un aumento improvviso e inteso dell’ansia. Il cuore inizia a battere più velocemente e ti sembra di avere difficoltà a respirare. Puoi avere una serie di sintomi fisici che ti portano a pensare di avere qualcosa di grave, di essere sul punto di fare un infarto o un ictus, oppure potresti temere di svenire o perdere il controllo di te stesso.

Se non trattati, gli attacchi di panico posso diventare un Disturbo di panico e portare ad altri problemi. Ma soprattutto, di solito colpiscono le tue normali attività quotidiane, rendendoti la vita molto difficile. Diventa difficile affrontare tranquillamente situazioni della vita di tutti i giorni. Fortunatamente gli attacchi di panico possono essere trattati e prima si cerca aiuto, meglio è. Con un trattamento adeguato è possibile ridurre o eliminare i sintomi del panico e ritornare alla tua vita.

Che cos'è un Attacco di Panico?

Un attacco di panico è un’ondata di intensa paura caratterizzato dalla comparsa di sintomi fisici inaspettati, inspiegabili e molto spiacevoli.

Di solito il primo attacco di panico arriva all’improvviso, come un fulmine a ciel sereno, magari dopo un periodo di forte stress, ma in genere non sembra esserci nessun motivo evidente che possa spiegarlo. Proprio per questo motivo la persona che lo sperimenta si spaventa molto perchè non riesce a capire che cosa sta succedendo, ed inizia a temere che possa accedere di nuovo. Inoltre, si possono avere degli attacchi di panico durante il sonno o quando si è rilassati.

A tutti può capitare di avere un attacco di panico nella vita, diventa un problema solo quando gli attacchi di panico si ripetono e condizionano la vita della persona. Di solito gli attacchi di panico vengono innescati da situazioni specifiche, come ad esempio luoghi affollati, luoghi da cui sarebbe difficile allontanarsi o luoghi isolati. Inoltre, le situazioni che hanno scatenato un attacco in passato saranno causa di ansia in futuro.

Per questo motivo una persona potrebbe iniziare ad evitare i luoghi in cui si sono verificati gli attacchi o andarci con grande sforzo o con un accompagnatore. Si innesca così un circolo vizioso che può trasformare il singolo attacco di panico in un vero e proprio Disturbo di panico.

Gli attacchi di panico sono curabili. Ci sono varie strategie per imparare a gestire i sintomi ed esistono trattamenti efficaci.

Sintomi di un Attacco di Panico

I sintomi di un attacco di panico iniziano improvvisamente e di solito raggiungono il loro picco entro 10 minuti. La maggior parte degli attacchi di panico finiscono entro 20 o 30 minuti, e raramente durano più di un’ora.

SINTOMI DI UN ATTACCO PANICO

  • Tachicardia o palpitazioni
  • Dolore o fastidio al petto
  • Difficoltà a respirare, mancanza di respiro o iperventilazione
  • Sensazione di soffocamento
  • Nodo alla gola
  • Sudorazione
  • Brividi o vampate di calore
  • Tremori o agitazione
  • Vertigini o sensazione di svenimento
  • Formicolio
  • Nausea o mal di stomaco
  • Disturbi intestinali
  • Sensazione di irrealtà o distacco
  • Paura di morire, impazzire o perdere il controllo

Attacco di Panico o Disturbo di Panico?

Un attacco di panico può capitare a tutti e non creare nessun problema. Quando però gli attacchi si ripetono, causano un cambiamento nel comportamento della persona ed un disagio significativo, allora si parla di DISTURBO DI PANICO.

POTRESTI SOFFRIRE DI DISTURBO DI PANICO SE:

  • Hai frequenti attacchi di panico.
  • Ansia anticipatoria: ti preoccupi di poter avere degli attacchi, ti senti generalmente in ansia e teso, o anche irritabile.
  • Evitamento: il tuo comportamento è cambiato, tendi ad evitare certi  luoghi o situazioni, o ci vai con molto disagio o usando dei comportamenti di sicurezza (ad esempio con un accompagnatore). Eviti i luoghi in cui in passato hai avuto un attacco.

Se soffri di Disturbo di panico, potresti sentire il bisogno di scappare il prima possibile dalle situazioni che ti creano disagio, evitare certe situazioni che ti sembrano pericolose, oppure adottare dei comportamenti di sicurezza (portare con sé medicinali, uscire solo se accompagnati, ecc.).

Il Disturbo di panico può portare una persona ad evitare non solo le situazioni in cui si sono verificati gli attacchi, ma anche i luoghi affollati, gli spazi chiusi, gli spazi aperti, i mezzi di trasporto, in generale tutte quelle situazioni da cui sarebbe difficile o imbarazzante allontanarsi o in cui sarebbe difficile ricevere aiuto in caso di difficoltà. In questo caso si parla di DISTURBO DI PANICO CON AGORAFOBIA.

LUOGHI E SITUAZIONI CHE VENGONO EVITATE:

  • Allontanarsi dalla propria zona di sicurezza.
  • Spostarsi da soli senza un accompagnatore di fiducia.
  • Evitare luoghi affollati come centri commerciali, piazze, cinema, ristoranti, negozi.
  • Evitare di fare la fila in posta o al supermercato.
  • Evitare di guidare in autostrada, di fare gallerie o ponti.
  • Evitare i mezzi di trasporto pubblico.
  • Evitare di fare attività fisica o sforzi.
  • Evitare certe sostanze, come caffè, alcuni cibi, o farmaci.

Cause degli Attacchi di Panico

Per prima cosa, quando si soffre di attacchi di panico è fondamentale fare degli accertamenti medici per escludere cause organiche. I sintomi degli attacchi di panico infatti potrebbero anche essere scatenati da problemi fisici non gravi come ipertiroidismo, extrasistole, gastrite, pressione bassa, cervicali, anemia, oppure essere causati da una dieta sbagliata o da dei farmaci.

In genere il primo attacco di panico arriva durante un periodo di stress o cambiamento. I fattori stressati non sono solo quelli negativi, ma anche eventi di vita positivi. Quello che conta è il significato che un evento ha per quella determinata persona.

PROVA A CHIEDERTI SE IL PRIMO ATTACCO È STATO PRECEDUTO DA UNO DI QUESTI EVENTI:

  • Matrimonio o convivenza
  • Nascita di un figlio
  • Cambiamenti di responsabilità sul posto di lavoro
  • Licenziamento
  • Morte di una persona cara
  • Divorzio o fine di una relazione
  • Periodo in cui ti sentivi solo
  • Situazioni che hanno portato a maggiori obblighi o responsabilità

Tra le cause degli attacchi di panico possiamo sicuramente riscontrare il pensiero catastrofico, ossia la tendenza a interpretare le sensazioni fisiche in modo eccessivamente negativo ed a pensare subito al peggio senza tenere conto delle probabilità. Inoltre, spesso la persona giudica terribili o insopportabili i sintomi e le conseguenze del panico. Questo modo di pensare ha l’effetto di incrementare l’ansia e l’agitazione e quindi di amplificare i sintomi fisici così da mantenere il Disturbo di panico.

Ma da dove arriva questa modalità di pensiero? In genere, esplorando la storia di vita della persona si trova un familiare che aveva un atteggiamento ansioso o catastrofico. Ad esempio un genitore pieno di paure o troppo apprensivo e preoccupato che pensava sempre al peggio, che potrebbe aver contribuito al formarsi  di uno schema di Vulnerabilità.

Conseguenze del Disturbo di Panico

Il Disturbo di panico può avere un impatto molto negativo sulla tua vita. Potresti sentirti spesso in ansia e irritabile, avere meno stima di te ed essere costretto a cambiare radicalmente le tue abitudini.

Con il passare del tempo i comportamenti di evitamento possono diventare molto limitanti per la tua vita e potrebbero crearti una serie di difficoltà nei rapporti interpersonali. Alcune persone arrivano a non uscire più di casa.

Spesso non ti senti capito dai parenti e dagli amici, e non è raro che anche gli specialisti trovino difficoltà a riconoscere la gravità di queste situazioni.

Trattamenti del Disturbo di Panico

È fondamentale chiedere aiuto ad un professionista quando compaiono i primi sintomi. Non aspettare che le cose passino da sole.

Il Disturbo di panico non trattato tende a diventare cronico e le situazioni evitate aumenteranno col passare del tempo. Prima si interviene più efficace sarà il trattamento.

Se soffri di attacchi di panico da molti anni, non rassegnarti, ci sono trattamenti efficaci che ti posso aiutare. La Terapia Cognitivo Comportamentale, l’EMDR e la Schema Therapy, sono interventi efficaci.